Dea Caelestis. Studi e materiali per la storia di una divinità dell’Africa romana

Dea Caelestis. Studi e materiali per la storia di una divinità dell'Africa romana Titolo: Dea Caelestis. Studi e materiali per la storia di una divinità dell’Africa romana
Autore: M. Grazia Lancellotti
Traduttore:
Editore: Fabrizio Serra Editore
Anno edizione: 2010
Pagine: 152 p., ill.
EAN: 9788862273176

Erede storica della grande divinità protettrice di Cartagine (Astarte o forse, più probabilmente, Tinnit), la dea Caelestis vede il proprio culto diffondersi in tutta l’Africa del Nord in un periodo che va dal II al IV sec. d.C., restando ancora popolare fino all’epoca di Sant’Agostino. Paredra di Saturnus, dio che incarna in Africa l’identità etnico-culturale degli ‘indigeni’, detta Iuno o Dea Caelestis, essa segue generalmente le orme del suo divino sposo per quanto riguarda i luoghi e certe forme di culto. In quanto divinità femminile, però, essa se ne discosta sotto vari aspetti, dalla tipologia dei fedeli alle particolarità del suo culto e alle varie sfaccettature della sua personalità. Nonostante la relativa abbondanza di fonti che la riguardano, manca uno studio che analizzi sia i processi storico-religiosi anteriori al pieno affermarsi del suo culto sia gli autonomi sviluppi di esso, sia ancora gli influssi ricevuti e le interazioni con i culti e le figure di altre divinità. Il presente lavoro ha dunque come obiettivo quello di tentare di colmare tali lacune e di approfondire una serie di problemi che gli studi precedenti non hanno esaminato in tutte le loro implicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *