Economia politica dell’arte

Economia politica dell'arte Titolo: Economia politica dell’arte
Autore: John Ruskin
Traduttore:
Editore: Castelvecchi
Anno edizione: 2016
Pagine: 125 p.
EAN: 9788869446771

Nel 1857 John Ruskin, stimato storico dell’arte e studioso di estetica, tiene due conferenze nell’ambito della Art Treasures Exhibition, la colossale esposizione organizzata quell’anno in pieno spirito vittoriano a Manchester, cuore industriale dell’impero britannico. Inaspettatamente, Ruskin, oltre a parlare più di economia politica che delle opere esposte e a proporre la propria visione di un socialismo autoritario e statalistico proprio di fronte agli economisti della scuola di Manchester, si scaglia come un Savonarola del XIX secolo, con la stessa foga iconoclasta, contro ogni manifestazione di spreco o di lusso, contro ogni idolatria e tutto quanto sia superfluo e inautentico. Animato da un’utopia riformista, Ruskin aspira a una società fondata sulla cooperazione, l’armonia e la giustizia, nel ripudio dell’avidità, dell’antagonismo e dello sperpero caratterizzanti il capitalismo moderno. In “Economia politica dell’arte” l’autore riunisce e rielabora i testi delle due conferenze, dando origine a un modello di critica in cui dimensione estetica e condizione etica coincidono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *