Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi

<!–more–>
<table border="0">
<tr><td><img src="https://img.ibs.it/images/9788889913956_0_0_278_80.jpg" alt="Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi" width="150"></td>
<td>Titolo: <strong>Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi</strong><br>
Autore: <strong>Carlo Colonna</strong><br>
Traduttore: <strong></strong><br>
Editore: <strong>Fede & Cultura</strong><br>
Anno edizione: <strong>2009</strong><br>
Pagine: <strong>208 p.</strong><br>
EAN: <strong>9788889913956</strong><br></td></tr>
<tr><td colspan="2"><br>
<ul>
<li><a href="http://bookinitnow.com/file.php?q=Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi.pdf">Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi.pdf</a> [PDF]</li>
<li><a href="http://bookinitnow.com/file.php?q=Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi.torrent">Gli Ebrei messianici. Un segno dei tempi.epub</a> [ePUB]</li>
</ul>
</td></tr>
<tr><td colspan="2"><br>Il 1968 non fu solo l'anno della contestazione giovanile, in cui soffiava lo spirito della ribellione, ma anche l'anno che ha visto l'inizio del Rinnovamento carismatico cattolico e del Movimento ebreo-messianico, in cui spirava lo spirito di Dio, teso a restaurare la signoria di Gesù sulle nazioni e sugli ebrei. Il Rinnovamento carismatico cattolico è ben noto nella Chiesa, mentre non lo è altrettanto il Movimento ebreo-messianico, che nel corso degli anni ha fatto nascere dal suo seno comunità di Ebrei messianici, che professano la fede neo-testamentaria in Gesù Messia e Figlio di Dio, unendola alla pratica più o meno completa delle antiche osservanze ebraiche. Queste comunità sono ormai presenti e attive in tutto il mondo ebraico, in Israele e all'estero. Carlo Colonna, gesuita, ne parla da teologo allo scopo di far conoscere le ricche problematiche teologiche, proprie degli ebrei-messianici. Peter Hocken, (autore del saggio in postfazione) teologo cattolico delinea l'aspetto storico e fenomenologico del sorgere del Movimento ebreo-messianico, le sue dottrine e pratiche di fede. La lettura di questo libro potrà essere un ponte per un dialogo più ampio e fecondo di unità tra cattolici ed ebrei-messianici.</td></tr>
</table>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *