Il carnevale delle idee. L’antipedanteria nell’età della stampa (Venezia, 1538-1553)

Il carnevale delle idee. L'antipedanteria nell'età della stampa (Venezia, 1538-1553) Titolo: Il carnevale delle idee. L’antipedanteria nell’età della stampa (Venezia, 1538-1553)
Autore: Nicola Bonazzi
Traduttore:
Editore: Gedit
Anno edizione: 2007
Pagine: 232 p.
EAN: 9788860270337

Attorno alla metà del Cinquecento, Venezia diventa la capitale europea del libro a stampa. Dopo la grande stagione umanistica e il tramonto del sistema cortigiano, i letterati possono reimpiegarsi all’interno delle tipografie come collaboratori editoriali i lettori si moltiplicano la cultura sembra essere alla portata di (quasi) tutti. Eppure, in questa contingenza apparentemente propizia, alcuni scrittori lamentano l’eccessiva facilità con cui, ora, è garantito l’accesso al mondo delle lettere. Questo saggio tenta appunto di indagare le ragioni di un malessere che derivava, per i letterati, dal riassetto della loro funzione sociale, concentrandosi sui testi di alcuni autori (Aretino, Lando, Franco, Doni) in lotta contro le mode letterarie e contro gli idoli di un sapere ormai vetusto, per verificare come istanze squisitamente individuali si trasformino, lentamente ma inesorabilmente, in un vasto sisma ideologico che contribuisce a condurre il sistema dei saperi fuori dalle secche di un secolare immobilismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *