La vera libertà nella poesia

La vera libertà nella poesia Titolo: La vera libertà nella poesia
Autore: Emanuele Insinna
Traduttore:
Editore: Libreria Editrice Urso
Anno edizione: 2016
Pagine: 56 p.
EAN: 9788869540769

Poesia è il possesso pieno e reale della propria esistenza che s’identifica con quel silenzio, con ‘l’abisso inesplorato’ di cui parlava Mallarmé, con ‘l’ignoto’ caro a Baudelaire e a quel ‘ladro di fuoco’ che per Rimbaud era il poeta. È quanto mai arduo definire la poesia se sia un fine o un mezzo. Giuseppe Ungaretti, a chi gli chiedeva una definizione della poesia, così rispondeva: ‘Non so se la poesia possa definirsi. Credo e professo che sia indefinibile e che essa si manifesti nei momenti della nostra parola quando ciò che ci è più caro, ciò che più ci ha inquietato e agitato nei nostri sentimenti e nei nostri pensieri, ciò che appartiene più profondamente alla ragione stessa della nostra vita, ci appaia nella sua verità più umana ma in una vibrazione che sembri superare la forza dell’uomo’. È allo stesso tempo la radice e il fiore di tutti gli altri sistemi di pensiero è ciò da cui tutto scaturisce e che tutto adorna ciò che, se inaridisce, nega frutto e seme, e priva il mondo sterile del nutrimento e impedisce ai germogli dell’albero della vita di fiorire.” (Emanuele Insinna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *