Le piante nell’Italia antica. La selezione dalla preistoria agli etruschi e le piante legate agli dèi ed alle offerte sacre

Le piante nell'Italia antica. La selezione dalla preistoria agli etruschi e le piante legate agli dèi ed alle offerte sacre Titolo: Le piante nell’Italia antica. La selezione dalla preistoria agli etruschi e le piante legate agli dèi ed alle offerte sacre
Autore: Maurizio Martinelli
Traduttore:
Editore: Pontecorboli Editore
Anno edizione: 2016
Pagine: 68 p., ill.
EAN: 9788897080930

La plasmazione umana del paesaggio culturale è il risultato di una storia di utilizzo dell’ambiente a lungo termine all’origine del lungo percorso che dall’ambiente porta al paesaggio umanizzato, nel quale si ritaglia poi uno spazio per il bosco sacro e per il giardino religioso, sino a giungere all’hortus ed al giardino, vi è lo sfruttamento dei vegetali spontanei presente sino dall’origine umana – che viene affiancato dal Neolitico dalla selezione delle piante da coltivare, sia erbacee che arboree. Accanto all’uso di varietà vegetali a fini utilitaristici – non solo alimentari, ma anche per realizzazione di cordami ed intrecci, tessuti, coloranti, costruzioni edilizie e altri manufatti – sino dai tempi più remoti le piante si legano all’uso rituale nelle religioni dell’Italia antica, come testimoniano sia i ritrovamenti archeologici, sia la ricca messe di miti etruschi, italici – noti principalmente dall’iconografia – come pure romani e latini – meglio conosciuti grazie alle fonti letterarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *