Looking through the trees a distorted diary 2010-2011. Ediz. italiana, inglese e tedesca

Looking through the trees a distorted diary 2010-2011. Ediz. italiana, inglese e tedesca Titolo: Looking through the trees a distorted diary 2010-2011. Ediz. italiana, inglese e tedesca
Autore: Max Rohr
Traduttore: L. Vicinanza, W. Menapace
Editore: Vanillaedizioni
Anno edizione: 2011
Pagine: 96 p., ill.
EAN: 9788860571427

Tutto ha inizio in piccoli taccuini, che non sono tanto diversi dai quaderni che appaiono nei quadri. C’è uno stretto rapporto tra quaderno e quadro, una consuetudine lessicale e formale che differisce solo in gradualità. I quaderni che noi vediamo in opere come The meeting, Last fish o One evening sono un surrogato dei taccuini che Max Rohr porta sempre con sé, in cui abbozza le idee e annota le composizioni. I dipinti e gli acquerelli su carta non sono altro che una riproposizione in scala di quei piccoli schizzi, già pienamente definiti nei loro dettagli, nelle proporzioni e nelle relazioni tra i vari elementi. In Lonely Day e If I was an Architect le figure maschili stringono tra le mani il loro quaderno/taccuino, ponderando i pensieri che saranno trascritti sotto forma di immagini di quei quaderni vediamo soltanto la copertina, ma il loro contenuto non ci è precluso, ci è anzi esplicitato perché il dipinto è esattamente il duplicato di ciò che è custodito all’interno dei libretti.” (Tratto dal testo critico “Appunti visivi” di Alberto Zanchetta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *