Metafisica del’azione. Hannah Arendt in dialogo con Agostino di Ippona

Metafisica del'azione. Hannah Arendt in dialogo con Agostino di Ippona Titolo: Metafisica del’azione. Hannah Arendt in dialogo con Agostino di Ippona
Autore: Giampaolo Manca
Traduttore:
Editore: Photocity.it
Anno edizione: 2014
Pagine: 247 p.
EAN: 9788866825456

La ricerca filosofica che ho iniziato nel 2007 a New York, presso l’Hannah Arendt Center alla New School University for Social Research, ha mosso i suoi primi passi dal dialogo che Hannah Arendt ha avuto con Agostino di Ippona, il filosofo che segna indelebilmente tutti i testi della pensatrice tedesca. Sin dalle prime letture ho avuto l’impressione che il dialogo con il filosofo cristiano offrisse la possibilità di individuare una sorta di “apertura metafisica” nella teoresi dell’azione proposta da Arendt, soprattutto in forza dei riferimenti costanti a Dio della Creatio di cui parla Agostino. Non è difficile riscontrare la risonanza, l’effetto e la forza delle parole del filosofo cristiano sempre ridondanti tra le pagine delle opere arendtiane: ‘Initium ut esset, creatus est homo’. Questo mio testo è centrato sulle possibilità di rinvenire nell’opera di Hannah Arendt un’apertura metafisica alla luce dei riferimenti costanti al pensiero di Agostino, che continuamente emerge nei saggi della pensatrice e nei quali non manca quasi mai il rimando a Dio della Creatio e al dono della libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *