Nel segno di Orfeo. Fernando Pessoa e l’Avanguardia portoghese

Nel segno di Orfeo. Fernando Pessoa e l'Avanguardia portoghese Titolo: Nel segno di Orfeo. Fernando Pessoa e l’Avanguardia portoghese
Autore: Luciana Stegagno Picchio
Traduttore:
Editore: Il Nuovo Melangolo
Anno edizione: 2004
Pagine: 287 p., ill.
EAN: 9788870185140

Ormai da molti anni, Fernando Pessoa ha cessato di essere autore portoghese per divenire scrittore del Novecento, sovranazionale e universale. I critici pessoani, in ogni paese del mondo, sono divenuti legione anche se il poeta, a quasi 70 anni dalla morte, continua a essere autore in fieri, iceberg semisommerso dalle onde, abitatore multiplo di un metaforico baule da cui ancora non sono usciti tutti i personaggi del suo teatrino interiore. Perché ancora non sono state pubblicate tutte le carte che compongono il lascito di questo massimo fra i poeti del Novecento morto all’età di 47 anni, nel 1935, senza aver potuto organizzare personalmente per la stampa o la ristampa in volume quelle migliaia di fogli che concorrono a formare la sua opera. L’aver scelto per questo libro, che rappresenta quaran’anni di studi pessoani, l’ordine cronologico soggettivo, di scrittura dei vari saggi che lo compongono, invece che un ordine cronologico oggettivo, relativo all’opera di Pessoa, o un ordine “per macchie tematiche”, ha trasformato questo ripercorso pessoano in un mio itinerario di vita, legato all’opera del poeta ma anche agli amici pessoani, membri come me, in ogni paese del mondo di una segreta consorteria.” (Dall’Introduzione dell’autrice). Il volume è arricchito da un inserto di otto ritratti dell’autore portoghese di Tullio Pericoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *