Umorismo involontario

Umorismo involontario Titolo: Umorismo involontario
Autore: Paolo Albani
Traduttore:
Editore: Quodlibet
Anno edizione:
Pagine: 288 p., ill.
EAN: 9788874628308

L’umorismo involontario siinsinua ovunque, nei romanzie nelle papere televisive, nellefarneticazioni dei mattoidi enel modo di morire.

C’è umorismo involontario quando uno crede di fare una cosa seria e invece per ignoranza o per caso fa qualcosa di comico. E un umorismo che s’insinua ovunque, nei romanzi di certi scrittori, nelle poesie, nei film di serie B, nei pittori della domenica, nelle storpiature linguistiche dei bambini, in ogni forma di kitsch e di trash, nelle farneticazioni dei mattoidi, nelle papere televisive, negli errori di stampa, nei discorsi dei politici (dal presidente americano George W. Bush è nato il termine “bushismo”), negli strafalcioni detti in ambulatori, tribunali, scuole ecc. persino nel modo di morire ci può essere senza volere umorismo: nel 2002 una donna della Virginia (USA) scelse una carota per fare autoerotismo e fu tanto il successo che morì per un embolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *