Utopia concreta. Pensiero utopico e ideologia in Niccolò Machiavelli e Tommaso Campanella

Utopia concreta. Pensiero utopico e ideologia in Niccolò Machiavelli e Tommaso Campanella Titolo: Utopia concreta. Pensiero utopico e ideologia in Niccolò Machiavelli e Tommaso Campanella
Autore: Corrado Claverini
Traduttore:
Editore: Il Prato
Anno edizione: 2015
Pagine: 176 p.
EAN: 9788863362428

È uso consolidato porre a confronto Niccolò Machiavelli e Tommaso Campanella contrapponendo il mero realismo dell’uno e l’astratto utopismo dell’altro. Tuttavia, alla base di questo confronto così impostato vi è un grave errore: infatti, di solito, non si tiene conto del fatto che entrambi pensano storicamente la profonda crisi che stava attraversando l’Italia del loro tempo. Il risultato di questo fuorviamento è che si fa di Machiavelli un mero scienziato che, con Il Principe, avrebbe scritto un trattato buono per tutti i tempi e per tutte le situazioni. Campanella, invece, non sarebbe altro che un astratto utopista totalmente disincarnato rispetto al suo tempo. In realtà, a rigore, il Segretario fiorentino e lo Stilese hanno in comune davvero molto se si considera il fatto che entrambi i loro capolavori filosofico-politici – Il Principe e La Città del Sole – rispecchiano la crisi della loro epoca e, allo stesso tempo, cercano di risolverla con la proposta di una terapia. Il presente saggio è una rilettura del pensiero di Machiavelli e Campanella, accomunati per il fatto di essere grandi utopisti che pensano storicamente il loro tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *